Amministrazione trasparente

Medice Cura Te Ipsum

AVVISI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE

Avviso Manifestazione Interesse Revisore Contabile (Prot. 444 – 01/12/2020)

                                                     AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE Dl INTERESSE
Ai sensi dell’articolo 4, della Legge 11 gennaio 2018, n. 3, che ha novellato il decreto legislativo del Capo Provvisorio dello Stato 13 settembre 1946, n. 233, dal momento che il Presidente del Collegio dei Revisori, iscritto nel Registro dei revisori legali, è individuato dal Presidente dell’Ordine neo-eletto, tra una rosa di candidati aventi requisiti stabiliti da avviso pubblico bandito dal Consiglio Direttivo uscente, e nominato dal nuovo Consiglio Direttivo nella prima riunione utile, il Consiglio dell’Ordine, con questo Avviso Pubblico, intende pervenire ad una rosa di candidati per l’attribuzione dell’incarico di revisione legale.
L’esame delle candidature del presente Avviso Pubblico sarà effettuato dal Consiglio dell’Ordine in carica per il quadriennio 2021‐2024.
Il presente avviso non costituisce proposta contrattuale e non vincola in alcun modo l’Ordine che si riserva di non procedere all’affidamento ovvero di non adottare alcun atto consequenziale ovvero di ricorrere ad altre e diverse procedure di affidamento.
Il Consiglio Direttivo uscente
                                                                               RENDE NOTO
a tutti gli interessati, i requisiti richiesti e le modalità di presentazione delle candidature per la nomina a revisore legale dell’Ordine:
1. OGGETTO
Il soggetto incaricato dovrà provvedere ad effettuare tutti gli adempimenti previsti dalle leggi vigenti in materia di revisione legale per gli Enti Pubblici non economici, con rilascio della relazione che verrà allegata al bilancio annuale da sottoporre all’Assemblea degli Iscritti.
La Revisione legale dovrà essere espletata nel rispetto dei principi di deontologia professionale, riservatezza e segreto professionale richiamati dall’art. 9 del D.lgs. 39/2010.
L’attività è di carattere annuale e presenterà i seguenti contenuti:
a) Controllo sul bilancio d’esercizio e relativa relazione da sottoporre all’Assemblea annuale.
b) Eventuale partecipazione a riunioni richieste dal Consiglio dell’Ordine.
2. REQUISITI
La Revisione potrà essere esercitata da un libero professionista o da società di revisione in possesso dei seguenti requisiti:
1. Iscrizione all’albo dei revisori contabili
2. Esperienza specifica di revisore contabile da almeno 5 anni
3. Possesso della partita IVA
4. Cittadinanza italiana o in uno dei paesi UE
5. Assenza delle cause di esclusione di cui all’articolo 80 D.Lgs. 50/2016
6. Non essere stati licenziati, dispensati o destituiti dal servizio presso pubbliche amministrazioni.
L’Ordine si riserva, al termine della procedura, di richiedere gli attestati e/o la documentazione comprovante i requisiti dichiarati. I dati raccolti sono trattati ai sensi del Regolamento UE 679/2016.
Il presente avviso non vincola l’Ordine all’adozione di atti di affidamento di qualsivoglia natura e/o tipologia.
3. DURATA E COMPENSO
L’incarico avrà durata annuale e sarà eventualmente rinnovabile per un altro anno. Le attività si concluderanno con la chiusura dell’attività di revisione e controllo oggetto dell’affidamento, ovvero l’esercizio finanziario 2021 fino alla data di convocazione dell’Assemblea per l’approvazione del bilancio al 31/12/2021. Nel caso di rinnovo l’incarico si concluderà con l’assemblea per l’approvazione del bilancio al 31/12/2022.
Per lo svolgimento dello stesso, comprensivo della emissione della relazione annuale, si stima un compenso annuo pari ad Euro 2.531,00 (duemilacinquecentotrentuno/00) oltre IVA e CPA se dovuta, riferite alle attività a) e b) di cui al paragrafo 2 del presente avviso.
Saranno riconosciute unicamente le spese di viaggio documentate a piè di lista per le partecipazioni a riunioni, verifiche e assemblee.
Per il servizio oggetto della presente gara non sussistono rischi interferenti, pertanto l’importo degli oneri di sicurezza per eventuali rischi da interferenza è pari ad euro 0 ed è esclusa la predisposizione del DUVRI.
Il compenso sarà erogato in due rate semestrali anticipate fermo restando la successiva presentazione della relazione annuale e comunque dietro la consegna della fattura o pro-forma da parte del professionista/società.
Entro il 31/12/2021 l’Ordine potrà procederà al rinnovo per l’anno 2022.
4. MODALITA’ Dl PRESENTAZIONE DELLA CANDIDATURA
I soggetti in possesso dei requisiti potranno presentare la propria candidatura mediante l’invio della manifestazione di interesse per la nomina di Revisore contabile dell’Ordine provinciale dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri di Vibo Valentia, anno 2021 in carta semplice e corredata dai seguenti documenti:
• regolare certificazione di iscrizione in uno degli Ordini di cui sopra, oppure in sostituzione della stessa, dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. 445/2000;
• curriculum vitae in formato dettagliato dal quale si evincano le esperienze maturate;
• copia fotostatica di documento di identità in corso di validità;
• dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. 445/2000 dalla quale risulti:
1. il possesso dei requisiti professionali;
2. mancanza di condizioni di inconferibilità o incompatibilità ai sensi del D.lgs. n. 39 dell’8 aprile 2013;
La domanda di manifestazione d’interesse dovrà pervenire alla PEC dell’Ordine segreteria.vv@pec.omceo.it entro e non oltre il termine perentorio del giorno 15/01/2020.
La candidatura, completa delle dichiarazioni richieste, ed il curriculum dovranno essere sottoscritti dal candidato eventualmente anche con firma digitale.
L’oggetto della PEC dovrà riportare la dicitura “Domanda per la nomina del Revisore legale per l’anno 2021” con il relativo mittente.
L’Ordine non assume alcuna responsabilità per il mancato od incompleto ricevimento della documentazione entro il termine perentorio suddetto, anche se dovuto a causa di forza maggiore.
L’Ordine si riserva la facoltà di chiedere di completare o integrare la documentazione amministrativa prodotta nel caso in cui risultasse carente per errore materiale ovvero potrà richiedere chiarimenti.
5. MODALITA’DI SELEZIONE
L’Ordine provvederà alla valutazione delle candidature pervenute sulla base dei requisiti e dei contenuti dei curriculum al fine di individuare il professionista/società. La valutazione sarà volta a rilevare il grado di professionalità e competenza dei vari partecipanti in considerazione delle esigenze dell’Ordine.
6. ESCLUSIONE
La mancanza anche di uno solo dei documenti richiesti, l’incompletezza o l’irregolarità determina l’esclusione della manifestazione di interesse presentata e non saranno prese in considerazione le istanze pervenute oltre il termine fissato.
Il presente avviso è disponibile sul sito internet dell’Ordine.
7. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi del regolamento UE 679/2016 si forniscono le seguenti informazioni:
· l’Ordine, in qualità di titolare del trattamento, utilizzerà i dati personali forniti dai candidati solo ed esclusivamente ai fini del conferimento dell’incarico di cui trattasi e per le finalità inerenti alla gestione dell’incarico medesimo;
· in ogni momento gli interessati potranno esercitare i propri diritti nei confronti del titolare del trattamento;
· il trattamento sarà effettuato anche con l’ausilio di strumenti informatici.
La partecipazione alla presente procedura significa e comporta la incondizionata accettazione di tutto quanto prescritto nell’avviso.
I risultati della procedura saranno pubblicati sul sito web istituzionale dell’Ordine con valore di notifica a tutti gli effetti di legge.

Amministrazione trasparente

Nelle sezioni seguenti, il cui elenco è riportato in fondo a questo  paragrafo, si adempie agli obblighi sanciti dal D.Lgs. 14.03.2013 n. 33 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 80 del 05.04.2013 recante “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” come accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche:

  • Di seguito è possibile consultare le seguenti sezioni:
    • Piano Triennale Anticorruzione
    • Compensi organi Collegiali
    • Incarichi Esterni
    • Dotazione Organica
    • Recapiti e contatti
    • Responsabili Trasparenza e Prevenzione Corruzione
    • Conti Consuntivi e Bilanci di Previsione
    • Immobili posseduti
    • Fatturazione Elettronica

PIANO TRIENNALE ANTICORRUZIONE

Il PTPC dell’ Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Vibo Valentia è stato redatto in coerenza con le disposizioni contenute nella legge n. 190/2012 e nel Piano Nazionale Anticorruzione (PNA). I contenuti sono stati sviluppati in linea con le indicazioni contenute nel PNA, ove applicabili, e tenendo conto delle specificità organizzative e strutturali e della particolare natura delle attività istituzionali svolte dall’Ordine, il cui personale in servizio è tra i destinatari del PTPC e, conseguentemente, dell’attività del Responsabile della Prevenzione della Corruzione (RPC)

Piano triennale per la prevenzione della corruzione 2018-2020

Codice di comportamento del personale

Accesso civico:

Modello di richiesta di accesso civico al responsabile della trasparenza

Modello di richiesta di accesso civico al titolare del potere sostitutivo

Responsabili Trasparenza e Prevenzione Corruzione

DELIBERA AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

DELIBERA AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

RESPONSABILE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PER LA TRASPARENZA: 

Consigliere: dr. Giuseppe PIPERNO 
DELIBERA RESPONSABILE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PER LA TRASPARENZA

SOSTITUTO PROVVEDIMENTALE: 

Revisore dei Conti: dr. Stefania BARONE
DELIBERA NOMINA SOSTITUTO PROVVEDIMENTALE

Relazione annuale del responsabile prevenzione della corruzione

COMPENSI ORGANI COLLEGIALI

INDENNITA’ DI CARICA 

PRESIDENTE Dr. Antonino MAGLIA: Euro 0,00 annui 

VICEPRESIDENTE Dr.ssa Loredana PILEGI: Euro 0,00 annui

SEGRETARIO Dr.ssa Tindarita TODARO: Euro 0,00 annui

TESORIERE Dr. Giuseppe CRISPINO: Euro 0,00 annui 

PRESIDENTE COMMISSIONE ODONTOIATRI Dr. Giovanni RUBINO: Euro 0,00 annui 

GETTONI DI PRESENZA 

Componenti Consiglio Direttivo:  

Dott. Andreacchi Francesco, Dott. Arena Francesco, Dott. Falduto Antonio, Franzè Domenico (Odontoiatra), Dott. Mio Francesco, Dott. Natale Vincenzo, Dott. Scarmozzino Vincenzo

Euro 0,00 a presenza 

Componenti Commissione Odontoiatri:

Dr. Rubino Giovanni, Dr. Franzè Domenico, Dr.ssa Lagrotta Maria Rosaria, Dr. Piperno Giuseppe, Dr.ssa Tindarita Todaro,

Euro 0,00 a presenza

Componenti Collegio Revisori dei Conti:

Dr. Naso Agostino, Dr. Carnovale Michele, Dr.ssa Barone Stefania, Revisore supplente: Dr. Tripodi Francesco

Euro 0,00 a presenza 

INCARICHI ESTERNI

INCARICHI ESTERNI

Dott. Francesco ROMANO

Dottore commercialista. Revisore contabile. 

Organizzazione Aziendale & Mkt Management.

Perito c/o Tribunale di Vibo Valentia. 

Conciliatore. Mediatore Societario. 

Patrocinatore in Commissioni Tributarie

CONSULENZA AMMINISTRATIVA E TENUTA LIBRO PAGA 

Importo annuale: Euro: 641,28

STRUTTURA ORGANIZZARIVA

CONSIGLIO DIRETTIVO

Presidente: Dott. Maglia Antonino

Vice Presidente: Dott.ssa Pilegi Loredana Patrizia

Segretario: Dott.ssa Todaro Tindarita (Odontoiatra)

Tesoriere: Dott. Crispino Giuseppe

 CONSIGLIERI:

Dott. Andreacchi Francesco

Dott. Arena Francesco

Dott. Falduto Antonio

Franzè Domenico (Odontoiatra)

Dott. Mio Francesco

Dott. Natale Vincenzo

Dott. Scarmozzino Vincenzo

COMMISSIONE PER GLI ISCRITTI ALL’ALBO DEGLI ODONTOIATRI

Presidente Dott. Rubino Giovanni

Componenti:

Dott. Franzè Domenico

Dott.ssa Lagrotta Maria Rosaria

Dott. Piperno Giuseppe

Dott.ssa Todaro Tindarita

COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

Presidente: Dott. Naso Agostino

Membri:

Dott.ssa Barone Stefania

Dott. Carnovale Michele

Revisore supplente:

Dott.Dott. Tripodi Francesco

DIRETTORE AMMINISTRATIVO

Direttore:  Rosario Francesco DIBILIO

Livello C – Cod. Liv. 12
Curriculum vitae Direttore

Funzionario: Giuseppe CERASO

Livello C4 – Cod. Liv. 1

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI PUBBLICI 
 CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI PUBBLICI

CODICE DISCIPLINARE DEI DIPENDENTI PUBBLICI 
 CODICE DISCIPLINARE DEI DIPENDENTI PUBBLICI 

CCNL ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI COMPARTO 
 CCNL ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI COMPARTO

CCNL ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI COMPARTO QUADRIENNIO 2002-2005 

 CCNL ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI COMPARTO QUADRIENNIO 2002-2005 

CCNL DIRIGENTI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI 
CCNL DIRIGENTI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI

CCNL DIRIGENTI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI BIENNIO ECONOMICO 2008-2009 
CCNL DIRIGENTI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI BIENNIO ECONOMICO 2008-2009

PREMI INCENTIVANTI ELARGITI AI DIPENDENTI: Euro 0,00

RECAPITI E CONTATTI

Posta Elettronica Certificata: 

segreteria.vv@pec.omceo.it 

TELEFAX SEGRETERIA:

0963.93.607

Cellulare Direttore:

339.42.91.788

Altre caselle di Posta Elettronica:

Certificate

presidente.vv@pec.omceo.it

direttore.vv@pec.omceo.it

Tradizionali

segreteria@omceovv.it

presidente@omceovv.it

direttore@omceovv.it

Indirizzo Sede:

Viale Affaccio, 217 (Palazzo Agorà)

89900 Vibo Valentia (VV)

Codice Fiscale:

96001055795

CONTI CONSUNTIVI E BILANCIO DI PREVISIONE

CONTO CONSUNTIVO 2012 CASSA: 
 CONTO CONSUNTIVO ANNO 2012 PER CASSA

CONTO CONSUNTIVO 2012 COMPETENZA: 
 CONTO CONSUNTIVO ANNO 2012 PER COMPETENZA

BILANCIO DI PREVISIONE 2013:
 BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2013

CONTO CONSUNTIVO 2013 CASSA: 
 CONTO CONSUNTIVO ANNO 2013 PER CASSA

CONTO CONSUNTIVO 2013 COMPETENZA: 
 CONTO CONSUNTIVO ANNO 2013 PER COMPETENZA

BILANCIO DI PREVISIONE 2014:
 BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2014

CONTO CONSUNTIVO 2014:
 CONTO CONSUNTIVO ANNO 2014

BILANCIO DI PREVISIONE 2015:
 BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015

CONTO CONSUNTIVO 2015:
 CONTO CONSUNTIVO ANNO 2015

BILANCIO DI PREVISIONE 2017:
 BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2016

CONTO CONSUNTIVO 2016:
 CONTO CONSUNTIVO 2016

BILANCIO DI PREVISIONE 2017:
 BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2017

CONTO CONSUNTIVO 2017:
 CONTO CONSUNTIVO 2017

BILANCIO DI PREVISIONE 2018:
 BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2018

CONTO CONSUNTIVO 2018:
 CONTO CONSUNTIVO 2018

BILANCIO DI PREVISIONE 2019:
 BILANCIO DI PREVISIONE 2019

IMMOBILI

Immobile sede dell’Ordine censito nel Catasto dei Fabbricati del comune di Vibo Valentia, al foglio 37, particella 1074, subalterno 11, categoria A/3, classe 3, consistenza vani 10 (dieci), Viale Affaccio di Vibo Valentia, piano s2-1, Rendita Catastale Euro 724,07

Acquistato tramite “Mutuo Edilizio” elargito dalla Fondazione E.N.P.A.M. (Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri).

FATTURAZIONE ELETTRONICA

Obbligo fatturazione elettronica dal 31 marzo 2015

Di seguito si indicano i riferimenti utili per l’emissione delle fatture elettroniche nei confronti di quest’Ordine:

-Denominazione Ente: Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Vibo Valentia

-Codice Univoco Ufficio: UFNDOO

-Codice Fiscale dell’Ufficio: 96005510795

-Esigibilià IVA: S – SCISSIONE PAGAMENTI (SPLIT PAYMENT) in generale, mentre bisogna utilizzare:

-Esigibilià IVA: I – ESIGIBILITA’ IMMEDIATA – Solo per titolari di rit. d’acc. fonte – liberi professionisti – dal 15 luglio 2018

Il servizio di recepimento fatturazione elettronica è operativo per quest’Ordine dal 20 marzo 2015.

Riferimenti legislativi:

Con Decreto 3 aprile 2014 n. 55 del Ministro dell’Economia e delle Finanze, entrato in vigore il 6 giugno 2013, è stato approvato il regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica, ai sensi dell’art. 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007 n. 244. Successivamente l’art. 25 del D.L. 24 aprile 2014 n. 66, ha anticipato la decorrenza dell’obbligo di fattura elettronica.

L’art. 1 comma 209 sopra citato dispone che “L’emissione, la trasmissione, la conservazione e l’archiviazione delle fatture emesse nei rapporti con le amministrazioni pubbliche [….], anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili, deve essere effettuata chiaramente in forma elettronica”.

In particolare tale obbligo riguarda anche lo scrivente Ordine. Ai sensi dell’art. 6 comma 3 del regolamento, l’obbligo decorre dal 31 marzo 2015.

Da tale data chiunque debba emetterci fattura dovrà produrre, nei confronti di quest’Ordine, esclusivamente fattura elettronica, nel rispetto delle specifiche tecniche reperibili sul sito www.fatturapa.gov.it.

Eventuali fatture emesse dopo tale data in formato non elettronico, dovranno essere restituite perché emesse in violazione di legge e, per il medesimo motivo, non potranno essere pagate.

Inoltre, poiché in data 27 giugno 2018 è stato emanato il decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, pubblicato in G.U. n. 151 del 30 giugno 2017, finalizzato a indicare le modalità di attuazione dei commi 1 e 2 dell’articolo 1, del decreto-legge 24 aprile 2017, n.50, convertito dalla legge n. 96 del 21 giugno 2017, che ha esteso l’ambito di applicazione dello SPLIT PAYMENT (SCISSIONE PAGAMENTI), alle Federazioni e agli Ordini professionali – in quanto già soggetti all’obbligo della fatturazione elettronica – così come la data del 1° luglio 2017, dalla quale far decorrere l’applicazione del meccanismo di scissione dei pagamenti in esame si chiede di emettere le prossime FATTURE ELETTRONICHE A NOI INDIRIZZATE UTILIZZANDO COME ESIGIBILITA’ IVA: SCISSIONE PAGAMENTI – Con la precisazione che la Legge 9 agosto 2018, n. 96 – Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, recante disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese – spesometro – split payment all’articolo 12 prevede l’abolizione del meccanismo della scissione dei pagamenti (split payment) per le prestazioni di servizi rese alle pubbliche amministrazioni i cui compensi sono assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta o a ritenuta d’acconto per prestazioni di lavoro autonomo (in sostanza, i compensi dei professionisti). Per il pagamento delle fatture dei professionisti emesse successivamente al 14 luglio 2018, non più soggette allo split payment, le pubbliche amministrazioni dovranno dunque tenere conto dell’ammontare compreso IVA, al netto della ritenuta di acconto.